Rete PICC Italiana

I cateteri PICC si stanno sempre più affermando come accessi venosi centrali sicuri, di facile utilizzo anche a domicilio, particolarmente confortevoli per il paziente e di alta costo-efficacia per il Sistema Sanitario Nazionale.

Nel nostro Paese, è in costante aumento il numero di pazienti che beneficiano di questi dispositivi sia per l'utilizzo intra-ospedaliero che extra-ospedaliero. Capita però di frequente che ad un paziente sia stato impiantato un PICC in un Centro Ospedaliero lontano dalla propria residenza: ciò può comportare difficoltà pratiche nella programmazione della medicazione del PICC o comunque nella gestione di eventuali problemi.

Il progetto Rete PICC Italiana, nato da una idea proposta nella sesta edizione del PICC day tenutosi a Napoli nel dicembre 2012, e sviluppato sotto l'egida del GAVeCeLT (Gruppo Accessi Venosi e Centrali e Lungo Termine), si prefigge lo scopo di segnalare una serie di Centri Ospedalieri attivi nell'ambito della Sanità Pubblica ove operano medici ed infermieri esperti nei PICC e disponibili a prendersi cura dei pazienti che abbiano problemi nella gestione di tali dispositivi.

La Rete PICC Italiana non ha scopo di lucro né di raccolta dati a scopo scientifico, ma ha esclusivamente l'intento di indirizzare i pazienti che ne avessero bisogno verso professionisti e strutture sanitarie in grado di erogare un servizio qualificato.

Si tratta quindi di un servizio gratuito grazie al quale i pazienti (o i loro parenti o i loro medici curanti) possono identificare nella mappa dell'Italia che compare alla pagina 'Consulta la Mappa Centri' il Centro specializzato nella gestione dei PICC più vicino alla loro residenza. L'accesso alla mappa è libero e anonimo, ma condizionato dalla accettazione dei principii che regolano la Rete PICC Italiana.

Invitiamo gli utenti del sito a contattarci per quesiti o commenti sul funzionamento della Rete (vedi pagina 'Contattaci').